Le migliori
strategie
alla roulette

Strategia della proporzione costante alla roulette

La strategia della proporzione costante consiste nel puntare una certa percentuale del proprio attuale bankroll in ogni spin della roulette. Ciò significa che le entità delle puntate si modificheranno, ma l’entità di tali puntate in relazione al bankroll corrente sarà costante. Ecco il motivo del nome che ho scelto per questa strategia.

Ti mostrerò il funzionamento di questa strategia in relazione ai diversi tipi e grandezze delle puntate con l’ausilio delle mie simulazioni, testate in modo rigoroso, in modo che tu possa comprendere come tali fattori potrebbero influenzare le tue probabilità di vincita alla roulette.

Continua a leggere questo articolo e scopri:

  • Quali sono i migliori tipi di puntate da piazzare?
  • Quali sono le entità delle puntate da utilizzare per massimizzare le probabilità di vincita?
  • Quali sono le probabilità di vincere in grande scommettendo ripetutamente la medesima percentuale del proprio bankroll attuale?
  1. Come funziona la strategia della proporzione costante
  2. Simulazioni della strategia della proporzione costante
  3. Conclusioni e raccomandazioni

Nota: Questo articolo si concentra unicamente sulla strategia della proporzione costante. Tieni presente che nell’articolo principale sulle strategie alla roulette tratto di altre strategie che potrebbero esserti più favorevoli. L’articolo principale contiene anche informazioni importanti su come comprendere appieno questa strategia e, pertanto, è senz’altro una buona idea quella di consultare quell’articolo prima di affrontare gli aspetti specifici della strategia della proporzione costante.

Come funziona la strategia della proporzione costante

La strategia della proporzione costante è molto simile alla strategia della puntata costante, ma con un elemento aggiuntivo. Quando si utilizza la strategia della puntata costante, le grandezze degli importi delle puntate rimangono inalterate qualunque sia l’andamento - positivo o anche molto negativo - del gioco. D’altra parte, la strategia della proporzione costante utilizza entità di puntata variabili in relazione ai risultati precedenti.

Pertanto, se un giocatore sta vincendo, l’entità delle sue puntate andrà crescendo, permettendogli di vincere anche di più. Sul versante opposto, se sta perdendo, l’entità delle sue puntate decrescerà lentamente e le sue potenziali perdite non si accumuleranno tanto velocemente come farebbero se fosse utilizzata la strategia di puntata costante. Un tale meccanismo autoregolante è ciò che rende la strategia della proporzione costante un po’ più avanzata rispetto a quella della puntata costante.

ESEMPIO

Per far sì che la questione sia completamente chiara, ecco di seguito un esempio concreto della strategia della proporzione costante. Supponiamo che il giocatore desideri scommettere il 10% del proprio bankroll sul colore. Inizia con un bankroll di $100 e punta $10 sul rosso. Se vince, ha $110, e piazza una scommessa di $11 nel round successivo Se perde, il bankroll scende a $90 e punterà solo $9 nel round successivo. Il giocatore si comporterà in questo modo fino a quando perde tutto o decide di smettere di giocare.

Come avviene nella strategia della puntata costante, la strategia di proporzione costante verte anche sul trovare un equilibrio tra:

  • Alta volatilità – vincite potenzialmente elevate, ma anche una grossa probabilità di perdere tutto rapidamente
  • Bassa volatilità – vincite potenzialmente più piccole, ma anche una probabilità minore (o inesistente) di perdere tutto rapidamente

L’alta volatilità è determinata da puntate più volatili e più consistenti. La bassa volatilità è determinata da tipi di puntata meno volatili e di importo inferiore. Si potrebbe puntare tutto il proprio bankroll su uno specifico numero e verosimilmente perdere tutto in un solo spin, oppure puntare l’1% del proprio bankroll su rosso o nero, determinando una fluttuazione del proprio bankroll iniziale ma con una probabilità maggiore di lasciare il tavolo da gioco con una cifra inferiore rispetto al proprio bankroll iniziale.

Logicamente, lo scenario ottimale si collocherà da qualche parte nel mezzo; utilizzerò le mie simulazioni per indicarne esattamente i motivi.

Arrotondamento dell’entità di una puntata e limiti minimi di scommessa

Vi sono due potenziali problematiche che devono essere esaminate. Quando si punta una proporzione fissa del proprio attuale bankroll, la somma che si dovrà puntare non sarà sempre perfettamente arrotondata. Se non si può puntare la somma esattamente corrispondente ai propri calcoli, bisogna arrotondare per eccesso o per difetto l’importo della propria scommessa scegliendo il numero intero più vicino.

Se per sfortuna l’entità di scommessa calcolata come sopra è inferiore alla scommessa minima consentita, bisogna puntare semplicemente l’importo minimo ammesso. Ho utilizzato questo approccio nelle mie simulazioni.

Simulazioni della strategia della proporzione costante

L’utilizzo di simulazioni rigorose è il modo migliore per comprendere il funzionamento della strategia e la maniera in cui piccole modifiche dello stile di gioco possono determinare grandi differenze nei risultati attesi. Ho utilizzato numerose simulazioni per testare diversi tipi di puntata con la strategia della proporzione costante e trovare la percentuale ottimale di bankroll da puntare per ciascuno di essi.

Metodologia e variabili utilizzate

Tutte le simulazioni sono state condotte utilizzando il mio ben progettato software di simulazione - regole, probabilità e payout inclusi - con riferimento alla roulette a zero singolo senza regole speciali (quali "En Prison" o "La Partage"). Se giocate alla classica roulette europea, i risultati che otterrete dovrebbero essere in linea con i risultati delle mie simulazioni.

I giocatori avevano un bankroll iniziale di $100 e hanno operato come segue:

  • Hanno piazzato il medesimo tipo di puntata (colore, carrè o numero singolo) ripetutamente, ma con importi variabili.
  • L’importo della puntata era calcolato come proporzione fissa del loro bankroll corrente, arrotondato al dollaro più vicino.
  • La puntata minima era fissata a $1. Se l’entità calcolata della scommessa era inferiore a $1, piazzavano comunque una scommessa da $1.
  • I giocatori hanno continuato a puntare fino a perdere l’intero bankroll oppure fino a raggiungere un totale di 100 spin.

Per quanto riguarda i tipi di puntata utilizzati, ho preso in considerazione tutte le alternative e deciso di utilizzare per le mie simulazioni i seguenti:

  • Colore – rosso o nero (probabilità di vincita: 18/37, payout: 2x)
  • Carrè – quattro numeri che condividono uno stesso angolo (probabilità di vincita: 4/37, payout: 9x)
  • Straight up – un numero ben preciso (probabilità di vincita: 1/37, payout: 36x)

Ho testato svariate proporzioni di bankroll, dall’1% al 50% puntato in ciascun round, per ciascuno dei tipi di puntata sopra menzionati.

Come già detto, il bankroll iniziale era di $100 ma somme iniziali differenti dovrebbero comportare risultati simili, pur se non identici, ai miei. Ciò a causa del limite minimo di scommessa ($1) utilizzato nelle simulazioni. Bankroll più consistenti saranno influenzati in misura inferiore da questa strategia, mentre bankroll più piccoli lo saranno di più. Se non fosse stata in vigore la regola dell’importo minimo di puntata, qualunque bankroll iniziale dovrebbe dare risultati statisticamente identici.

Ho testato un campione di un milione di giocatori in tutte le simulazioni. L’ampiezza del campione dovrebbe garantire risultati statisticamente affidabili, pur se sono possibili alcune deviazioni statistiche. Ma ciò non dovrebbe comunque influenzare i risultati in modo significativo.

Analisi e simulazioni sulla grandezza delle puntate #1: Colore (rosso o nero)

Iniziamo questa analisi dei risultati delle simulazioni esaminando i giocatori che hanno puntato il proprio denaro sul colore (rosso o nero). Questa rappresenta l’opzione meno volatile, cosa evidente a paragone con gli altri tipi di puntata. Diamo uno sguardo.

Tabella #1: Percentuale di vincitori che hanno puntato varie proporzioni dei propri bankroll sul colore
Tabella #2: Percentuale di giocatori che hanno perso tutto il bankroll prima di completare 30, 50, 75 o 100 spin

Puoi notare immediatamente che puntare il 50% del proprio bankroll corrente in ciascun round è semplicemente troppo rischioso, dato che quasi nessuno dei giocatori è riuscito a giocare tutti i 100 spin. In media, hanno perso $90 dei loro $100, cosa che rende questa entità di puntata un affare davvero controproducente per il giocatore. Solo lo 0,137% dei giocatori ha concluso il gioco con una somma maggiore di quella iniziale.

I giocatori che hanno scommesso il 20% in ciascun round di gioco hanno avuto una probabilità ben maggiore di completare i 100 spin. Quasi il 75% di costoro ha effettivamente giocato 100 spin. La probabilità di vincere in grande è piuttosto elevata ma, atteso il costo medio pari a $42, si rivela essere un po’ troppo.

Nel caso opposto, i giocatori che hanno puntato dall’1% al 4% del proprio bankroll corrente hanno avuto la chance di giocare tutti i 100 spin, ma con una possibilità davvero esigua di vincere somme considerevoli. Questa strategia si rivela leggermente migliore con una scommessa proporzionale del 5%, ma è ancora un po’ noiosa a causa delle ridottissima chance di vincere in grande.

Qual è l’importo migliore da scommettere

La strategia di puntare il 10% del proprio bankroll corrente in ciascun round è la più interessante per quanto riguarda la strategia della proporzione costante. I giocatori hanno perso in media $23,80 del proprio bankroll di $100, ma hanno avuto una probabilità alquanto elevata di vincere somme fino a $500 e anche una piccola chance di vincere oltre $1.000 o persino $5.000.

Hanno avuto una buona chance di vincere somme elevate e di giocare tutti i 100 spin, dato che solo lo 0,6% dei giocatori hanno perso tutto prima di raggiungere la fatidica soglia dei 100 spin. Tutto sommato, il 22% dei giocatori ha concluso con più soldi di quando aveva iniziato, mentre oltre il 77% dei giocatori ha terminato con meno soldi rispetto al bankroll iniziale (ma non all’asciutto) dopo avere giocato i 100 round.

Analisi e simulazioni sulla grandezza delle puntate #2: Carrè (quattro numeri)

La puntata sul carrè si pone più o meno al centro tra la meno volatile e la più volatile delle scommesse di roulette, il che la rende più equilibrata. Ciò dovrebbe essere evidente osservando i risultati delle mie simulazioni, appresso elencati.

Tabella #3: Percentuale di vincitori che hanno puntato varie proporzioni dei propri bankroll sul carrè
Tabella #4: Percentuale di giocatori che hanno perso tutto il bankroll prima di completare 30, 50, 75 o 100 spin

Le puntate pari al 20% e al 50% del proprio bankroll sono, a mio avviso, troppo volatili. Ogni giocatore che ha puntato il 50% del proprio bankroll ha perso tutto prima di effettuare 100 spin. La situazione migliora leggermente per quei giocatori che hanno puntato il 20%, ma è comunque ancora troppo rischiosa.

Ciò che è interessante è il fatto che il costo medio per i giocatori che hanno puntato il 20% del proprio bankroll è stato inferiore rispetto alla puntata sul colore (di cui alla precedente simulazione), ma anche la percentuale dei vincitori è stata inferiore. Ciò significa che un numero inferiore di giocatori ha terminato conseguendo un profitto, ma quelli che lo hanno conseguito hanno terminato con molti più soldi. Ad ogni modo, resta comunque troppo rischioso.

La percentuale del 10% quale entità della puntata rispetto al bankroll corrente sembra interessante, ma ritengo che sia ancora un po’ troppo rischiosa. Soltanto il 48% dei giocatori ha completato i 100 spin a un costo medio di $25,50, superiore al costo medio della stessa proporzione di entità di scommessa per i giocatori che hanno puntato le proprie chip su rosso o nero.

Sul versante opposto, le puntate pari a 1%, 2% e 3% del bankroll corrente hanno minime probabilità di vincere in grande. Sei abbastanza sicuro di poter completare i 100 spin, ma ciò avviene sacrificando la tua possibilità di lasciare il gioco con più di $500 o $1.000 (sebbene vi sia ancora una piccola chance).

Qual è l’importo migliore da scommettere

Secondo me, questa strategia comporta nel complesso i migliori risultati quando si punta il 4% o 5% del proprio bankroll corrente in ciascun round di gioco. I risultati di queste due entità di scommessa proporzionali sono alquanto simili, ma vi sono comunque anche sostanziali differenze da sottolineare.

Il costo medio è leggermente superiore per la scommessa pari al 5%, la qual cosa è abbastanza evidente considerando che i giocatori puntano nel complesso somme maggiori. Anche la percentuale di vincitori è inferiore: 20,2% per la puntata pari al 5%, 25,7% per quella pari al 4%. Certo, i giocatori che hanno puntato il 5% del bankroll in ciascun round di gioco hanno avuto più alte probabilità di vincere in grande.

Quello che conta, alla fine, è la propria preferenza. Se desideri una strategia che comporti un RTP migliore e ragionevoli probabilità di conseguire una vincita sostanziosa, scegli la puntata proporzionale pari al 4%. Ma se desideri aumentare le tue possibilità di vincere in grande (oltre $1.000 o anche oltre $5.000), l’entità di scommessa del 5% sarà da preferire.

Analisi e simulazioni sulla grandezza delle puntate #3: Straight up (un numero ben preciso)

Diamo uno sguardo al più volatile tipo di scommessa alla roulette e vediamo come si comporta con la strategia della proporzione costante.

Tabella #5: Percentuale di vincitori che hanno puntato proporzioni diverse dei propri bankroll sulla scommessa straight up
Tabella #6: Percentuale di giocatori che hanno perso tutto il bankroll prima di completare 30, 50, 75 o 100 spin

Ancora una volta, è piuttosto evidente che le scommesse del 50% e del 20% sono troppo volatili; pertanto, per questa specifica strategia, aggiungerei anche le scommesse del 10% in questa categoria. Soltanto il 9% dei giocatori che hanno puntato il 10% del proprio bankroll corrente in ciascun round di gioco sono riusciti a completare tutti i 100 spin - un valore troppo basso.

I giocatori che hanno puntato 1% o 2% del loro bankroll corrente hanno avuto altissime probabilità di terminare con più soldi di quando avevano iniziato (48,8% e 25,9%, rispettivamente), ma la loro probabilità di vincere somme importanti era molto bassa, motivo per cui preferisco le scommesse leggermente superiori in questo scenario.

Qual è l’importo migliore da scommettere

Il punto ideale di questa specifica strategia è all’incirca nelle puntate tra il 3% e il 5%. Comunque, dopo avere attentamente esaminato i risultati di quei giocatori che hanno puntato il 4% e il 5% del proprio bankroll corrente in ciascun round di gioco, risulta evidente che le scommesse al 5% sono inferiori a quelle al 4%.

I giocatori che hanno puntato il 5% hanno avuto una probabilità inferiore di vincere in quasi tutte le categorie menzionate nella tabella di cui sopra, a parte la possibilità di finire con una somma da $500 a $1.000, che è solo dello 0,01% superiore per le scommesse al 5%. Le puntate al 4% sono superiori in tutte le altre categorie.

Per questa particolare strategia, opterei per le scommesse al 3% o al 4%, il cui confronto non è del tutto a favore dell’uno o dell’altra. I giocatori che hanno puntato il 3% del proprio bankroll hanno perso mediamente di meno e hanno goduto di una maggiore chance di completare tutti i 100 spin, ma hanno avuto anche una chance inferiore di lasciare con più di $1.000.

Quindi, se desideri avere una chance maggiore di vincere somme a quattro cifre, scegli il 4%. Se non hai "bisogno" di vincere così tanto e desideri passare più tempo alla roulette (in media), scegli pure di utilizzare le scommesse al 3%.

Conclusioni e raccomandazioni

I risultati di queste simulazioni aiutano a dimostrare il concetto che una volatilità più elevata è da preferire nel lungo periodo, proprio come ho detto nell’articolo principale sulle strategie alla roulette. Quando si punta sul colore, le entità delle puntate devono essere elevate per potere avere una chance realistica di vincere in grande, purché in presenza di giocatore che puntano maggiori somme di denaro e, pertanto, che perdono in media più denaro.

Ecco perché non sceglierei la scommessa sul colore. Secondo me, se ti piace davvero puntare su rosso o nero, la migliore entità di puntata è il 10% del tuo bankroll corrente, ma penso che sarebbe per te preferibile puntare sul carrè o sul numero singolo.

Per quei giocatori che iniziano con $100 e si pongono l’obiettivo di svolgere il massimo di 100 round di gioco, le seguenti opzioni sono secondo me le migliori:

  • Carrè - il 4% o il 5% del bankroll attuale
  • Numero singolo - il 3% o il 4% del bankroll attuale

La strategia della proporzione costante è solo una delle tante che illustro nel mio articolo principale sulle strategie per roulette. Vi sono anche altre buone strategie che puoi utilizzare e che potrebbero rivelarsi più adatte a te e alle tue preferenze. Accertati di esaminarle prima di assumere una decisione su come giocare alla roulette - o di non giocare affatto.

Potrebbe essere utile a un tuo amico?

Condividi questo articolo per farglielo sapere.

Condividi

Casinò online raccomandati